Strukturna Konsolidacija


Il tema del consolidamento strutturale degli edifici in muratura è molto ampio e complesso e può essere affrontato con molteplici tecniche diverse. Fornaci Calce Grigolin ha sviluppato diverse soluzioni per il miglioramento delle caratteristiche dei pannelli murari e il loro consolidamento:

• FRCM compositi fibrorinforzati a matrice inorganica
• CRM interventi mediante intonaco armato
 
Il termine FRCM è l’acronimo di Fiber Reinforced Cementitious Matrix e indica i sistemi di rinforzo a basso spessore da applicare sulla superficie muraria per dotarla di una risorsa nei confronti delle sollecitazioni di taglio-trazione. Essi sono il risultato dell'accoppiamento di: una matrice inorganica realizzata con malta a base di calce (o cemento), idonea all’uso strutturale e dunque a prestazione garantita conformemente alla norma UNI EN 998-2 o alla UNI EN 1504-3; reti (o tessuti unidirezionali) realizzate con fibre lunghe di materiali resistenti a trazione (vetro) pre-apprettati con rivestimenti polimerici; connessioni meccaniche con lo scopo di favorire la collaborazione con la muratura e soprattutto di solidarizzare tra loro paramenti eventualmente non ben ammorsati e dunque maggiormente suscettibili a fenomeni di ribaltamento.
 
Il termine CRM è l’acronimo di Composite Reinforced Mortar e indica una tecnica di intervento che associa rinforzi preformati a base fibrosa e malte inorganiche. Sono tipicamente costituiti da: reti di rinforzo preformate alcali resistenti realizzate mediante impregnazione di fibre lunghe in vetro con resine polimeriche termoindurenti; angolari in rete preformati per garantire la continuità del rinforzo nei cambi di direzione, realizzati con i medesimi materiali e processo produttivo delle reti; elementi di connessione resistenti agli alcali, con la funzione di garantire il collegamento dell’intonaco armato con il supporto ed eventualmente con il rinforzo applicato sul paramento opposto; malte a base cementizia o di calce a prestazione garantita per uso strutturale e dunque conformi alle opportune sezioni della UNI EN 998-2 o della UNI EN 1504-3; ancoranti chimici per l’ancoraggio dei connettori al supporto, marcati CE sulla base di una norma armonizzata o ETA.
Lo spessore del pacchetto di rinforzo è compreso normalmente tra 30 e 50 mm, al netto del livellamento del supporto.


Strukturne Malte in Ometi

Tkanine in Dodatki

×
 
 
×