Fornaci Calce Grigolin: oltre 50 anni di storia nella calce

A Ponte della Priula, sulle rive del fiume Piave, negli anni '50 Giobatta Grigolin dà il via alla sua avventura imprenditoriale in un’area di radicata tradizione nella produzione della calce.


Sopravvissuto alla campagna di Russia, investe i propri risparmi in un vecchio camion americano e con questo comincia a trasportare segatura e sassi di fiume: combustibile e materia prima per i forni da calce che sorgevano lungo l'alveo del fiume.
Da allora, la sua forza morale, le sue intuizioni e la sua generosità sono stati sempre un esempio per tutta la famiglia, che ha accolto con orgoglio la splendida eredità.
Il primo forno per la calce Grigolin entra in funzione nel 1963 e dopo soli tre anni la produzione viene triplicata. Lo sviluppo che ne consegue trasforma la piccola azienda di famiglia in una importante realtà dell'industria italiana.


Tappe dello sviluppo dell’azienda Fornaci Calce Grigolin:
  • Fine anni 80: inizia la produzione di intonaci e malte;
  • 1995 - Stabilimento di Ponte della Priula (TV) 
    • Malte ed intonaci
    • Massetti autolivellanti

  • 2000 - ricerca, sviluppo e produzione prodotti tecnologici;
  • 2001 - nuovo stabilimento a Medesano (PR)
    • Rasanti e colle
  • 2002 - nuovo stabilimento a Bosco Marengo (AL) 
    • Malte speciali per risanamento muratura
  • 2003 - Acquisizione dello Stabilimento a Ettlingen - Germania
    • Apprendimento del know-how della Germania
    • Rivestimenti a cappotto e pitture
  • 2004 - Nuovi stabilimenti a Borgoricco (PD) e a Colleferro (Roma)
  • 2005 - Nuovo colorificio a Medesano (PR)
  • 2006 - Nuovo stabilimento a Zandobbio (BG)
    • Malte Tecniche
  • 2008 - Nuovo stabilimento a Nuvolera (BS)
  • 2012 - Entra in funzione il 3° Forno della calce a Ponte della Priula (TV)

×
 
 
×